Italiano | English

PROTERINA-3 ÈVOLUTION

leggi

PROTERINA-3 EVOLUTION

Fondazione CIMA realizza il progetto PROTERINA-3 ÈVOLUTION come ideale prosecuzione dei precedenti progetti PPROTERINA-DUE, PROTERINA-C e RESMAR con l’obiettivo di rafforzare la capacità dei territori nel prevenire e gestire il rischio alluvione attraverso la “costruzione” della consapevolezza delle istituzioni e delle comunità.

A questo scopo il progetto ambisce ad aumentare la consapevolezza e a creare comunità resilienti attraverso il coinvolgimento attivo della popolazione tramite percorsi partecipati. Un secondo obiettivo, in particolare per quanto riguarda le Regioni Toscana e Sardegna, è la definizione di criteri per attualizzare i contratti di fiume.

Sono attivati tre percorsi di partecipazione in Liguria nei Comuni di Albenga, Ameglia, Arcola e dell’Associazione di Comuni dell’Alta Val Polcevera, mentre in Sardegna il progetto prevede di lavorare su due unioni di Comuni sul fiume Flumendosa. Questo si rivela di particolare importanza dal momento che per le amministrazioni di piccole località è importante creare piani condivisi da parte di realtà amministrative diverse ma territorialmente contigue.

 

PROTERINA-3 ÈVOLUTION si occuperà inoltre della messa in sicurezza di una scuola sulla foce del fiume Magra e di un edificio con funzioni identitarie e culturali importanti; contemporaneamente permeterà la creazione di un Rain Garden ossia, la permeabilizzazione di una zona di terreno resa precedentemente impermeabile dall’uomo. In Sardegna sarà invece messo in sicurezza un edificio scolastico e realizzato un parco urbano con funzione di vasca di laminazione in un’area dell’alveo del Flumendosa.

Oltre a sviluppare il modello che Fondazione CIMA sta portando avanti da anni con i precedenti progetti, sarà attivato anche il monitoraggio di processi per la realizzazione di metodologie di comunicazione con la popolazione con l’obiettivo di la creare una cultura di protezione civile. Inoltre è prevista l’implementazione di lavori congiunti su tematiche di prevenzione, protezione, pianificazione, monitoraggio e previsione per dare linee guida da fruire dopo il progetto.

La parte francese del progetto riguarderà prevalentemente la dotazione di strumentazione per la prevenzione come sensori, telecamere e idrometri, necessari per aumentare il monitoraggio e le informazioni sulla portata dei fiumi, aspetto indispensabile per la prevenzione del rischio idrogeologico.



ARGOMENTI CORRELATI