Italiano | English

EcoSTRIM

leggi

EcoSTRIM

EcoSTRIM è un progetto europeo che vede la cooperazione di Francia e Italia per la costruzione di una strategia territoriale transfrontaliera di sviluppo e promozione di attività turistiche e sportive sostenibili, dedicate all’ambiente marino e costiero.

Il progetto è articolato in tre componenti che puntano all’accrescimento di reti transfrontaliere per creare marchi ecologici di qualità (ecolabel), allo sviluppo di nuovi prodotti turistici e a investimenti per incrementare l'accessibilità di zone di interesse turistico.

EcoSTRIM migliorerà la competitività delle imprese della filiera del turismo blu sui mercati nazionali e internazionali grazie al consolidamento di una rete di collaborazione all’interno delle regioni coinvolte e che già si occupano di turismo marino, diving, whale watching, scoperta della costa con percorsi e pescaturismo.

Il progetto prevede il coinvolgimento di amministrazioni pubbliche, operatori turistici e centri di ricerca. Per quanto riguarda gli operatori turistici verranno effettuati degli incontri per condividere i requisiti richiesti per entrare nel percorso e ottenere il marchio di qualità per le attività di whale watching, diving, locazione dei natanti, e per un turismo eco-sostenibile nelle aree protette.

Tra gli obiettivi del progetto c’è la destagionalizzazione del turismo che aiuta a rendere più evidenti le caratteristiche peculiari del territorio e il miglioramento dell’accessibilità ai punti di interesse. Non si tratta solo di dare la possibilità di raggiungere nuovi siti ma anche di facilitare l’accesso a luoghi già visitabili ma con un occhio di riguardo alla protezione dell’ambiente. Saranno per esempio aumentate le boe di ancoraggio nei siti interessanti per la subacquea ma anche fragili in modo da limitare il rischio di danneggiare il fondale. Verrà inoltre registrato un video documentario della immersione sulla Haven per mostrarlo alle persone che non possono scendere fino a quelle profondità, o ancora, sempre nel campo della subacquea, verrà costruito un percorso sottomarino per ipovedenti. Migliorare l’accessibilità avrà anche una declinazione nell’ottica di un potenziamento dell’informazione verso i cittadini, per questo è prevista l’installazione di punti informativi e la creazione di un'app destinata alla promozione del turismo in alcuni parchi toscani.

Infine tra le attività ci sarà anche la creazione di un percorso di formazione che aggiunga le competenze legate al mare alle guide ambientalistiche per creare una nuova figura professionale che sia una guida escursionistica più specificatamente marina.

Sono coinvolti nel progetto partner italo-francesi, tra cui anche due parchi nazionali. Nello specifico sono: Parc National Port Cros, Marie d'Ajaccio, ANCI Toscana, Regione Toscana, Parco Nazionale dell'Asinara e Confindustria Centro Nord Sardegna. Fondazione CIMA è capofila del progetto che ha una durata di tre anni e terminerà quindi nel 2021.


ARGOMENTI CORRELATI